Sognare con i viaggi di Avventure nel Mondo

[Done]

Per un desiderio che esprimi

te ne rimangono fuori altri cento.

Cronache di una sera d’estate

Succede che una sera litigo con la mia f(am)iglia perche’ semplicemente tale soggetto e’ quanto di piu’ lontano l’essere umano possa concepire dalla comprensione, o dal comprendimento, insomma non capisce un cazzo.

E purtroppo non lo dico perche’ sono imbufalita come ogni genitore che si ritrovi a combattere contro una tardo-adolescente (tardo intesa per l’eta’ ma a questo punto potrebbe non essere solo per quello) supponente arrogante saccente e vittimista. No. Lo dico perche’ e’ la terribile realta’ delle cose.

Tu additi la luna, lei guarda il dito. Il nocciolo della questione e’ tutto qui.

E tu parli e spieghi, e ogni tanto urli, perche’ la suddetta tardo-adolescente, nel pieno della sua supponenza, non ti lascia la soddisfazione di finire una frase che sia una, perche’ sa gia’ cosa stai per dire, perche’ “lo hai detto infinite volte”. Infatti. Del tutto inutilmente a quanto pare, visto che son qui a ripeterlo per la milionesima volta.

Cmq urlare ogni tanto e’ liberatorio, e ogni genitore che si voglia definire tale deve urlare ogni tanto, giusto perche’ cosi’ si ristabilisce l’ordine naturale delle cose.

O almeno cosi’ uno crede. Nella realta’ stai solo affannosamente cercando di enucleare un concetto (uno), anche semplice se vogliamo, ma che con incredibile ostinazione e pervicacia la tardo-adolescente ti impedisce di fatto di enucleare sottolineando ogni tua parola (OGNI parola) con commenti “si vabbè” “allora sbaglio solo io” “e allora c’hai ragione te” “si ho capito” “me l’hai gia’ detto” “non lo so” “e’ andata così” “non so cos’altro dirti”.

Finche’ volta il culo e va in un’altra stanza

V-O-L-T-A IL CULO.

Ok. Vuoi la guerra? e guerra sia.

Giusto per evitare il peggio, perche’ avere a che fare con un soggetto saccente supponente ecc ecc vi assicuro che trasformerebbe anche Gandhi in uno spietato assassino, esco.

Faccio due passi in un parco dietro casa, hai visto mai che l’aria fresca mi aiuti a schiarirmi le idee mentre fumo una sigaretta via l’altra ripetendo a macchinetta “si deve svegliare”.

Morale: se vi capita d’estate, NON uscite. L’aria al parco non e’ affatto fresca, l’afa e le sigarette tolgono il respiro, l’incazzatura fa salire la temperatura corporea e le zanzare banchettano con i vostri polpacci lasciati incautamente scoperti.

Sono tornata a casa piu’ incazzata di prima grattandomi come se avessi la scabbia. La tardo-adolescente era svaccata sul divano a guardare la tv con il fornelletto antizanzare e il ventilatore.

Ho come la sensazione di star sbagliando qualcosa. O anche piu’ di qualcosa. Fanculo.

"A volte il futuro cambia in fretta, e completamente. E possiamo solo scegliere cosa fare dopo.
Possiamo scegliere di averne paura… restare li’, a tremare, immobili. E immaginare che puo’ capitare il peggio.
O possiamo fare un passo avanti, verso l’ignoto. E immaginare che sara’ stupendo."

Grey’s Anatomy - 10x24

Immagina.

Puoi.

"Sole spaccami gli occhi
notte fammi del male
se son stato felice
certo, era illegale."

Lo Stato Sociale

Io non capisco perche’, ogni volta, sono io quella che resta con la cornetta in mano e un gran punto interrogativo in faccia.

Ogni cazzo di volta.

Mi ostino con le infradito mentre qui per tornate a casa servirà il gommone.

worldcupwesteros:

House Italy

+ Load More Posts